La sfilata primavera-estate 2023 di Balmain, fa ritorno al Rinascimento francese, ma anche ad elementi di astrologia, passando da questa, poi, allo stile di ispirazione africana, fino all’esaltazione della figura del fuoco: insomma Oliver Roustein, stilista della casa di moda Balmain, non si è fatto mancare niente per la stagione primaverile-estiva.

fonte: www.vogue.com

Vediamo quali sono stati gli ingredienti che hanno reso questa sfilata, un evento mozzafiato, senza considerare l’apparizione di Cher al termine dello show, ovviamente.

Vestiti

fonte: www.vogue.com

Lo stile scelto da Balmain esprime libertà di espressione, scioltezza dei movimenti, per questo, abbondano drappeggi, intrecci, pantaloni larghi e gonne con strascico.

I temi scelti per i tessuti e gli stili adottati, sono di diverso tipo: 

Rinascimento

Modelle con outfit super colorati, riportano in passerella opere d’arte rinascimentale, impressa su: blazer squadrati, minidress, pantaloni e tanti altri capi, che sembrano fuggiti da una tela di Botticelli. L’effetto ottenuto è spettacolare: una elegantissima collezione cinquecentesca riadattata allo stile moderno.

Africa

fonte: www.vogue.com

La sabbia del deserto non può che essere di ispirazione per uno stilista visionario come Oliver Roustein: vestiti delicatissimi, ben intrecciati, in diverse fantasie, sono il nuovo sogno per la stagione estiva, insieme a stupendi cappelli ampi abbinati.

fonte: www.vogue.com

Beje e marrone, dominano la passerella, diventando la caratteristica protagonista di abiti, dal gusto esotico, e molto accattivanti 

Fuoco

fonte: www.vogue.com

Brucia di passione la collezione SS23 di Balmain, nel vero senso della parola: la sfilata si chiude con otto vestiti infiammati. Il fuoco impresso nei tessuti, trasmette una dinamicità unica agli outfit: le sfumature rosse-arancioni, su sfondo nero, sono impresse su blazer, felpe, gonne e vestiti. 

Accessori macro

fonte: www.vogue.com

La parola chiave per la realizzazione degli accessori è “intreccio“: sono vere e proprie opere d’arte le borse e le scarpe realizzate da Balmain, che rispecchiano un gusto esotico e raffinato. Un materiale usato per bracciali e anche borse, è stato il legno: un tocco rustico, ma chic.

fonte: www.vogue.com

Per la sezione rinascimentale, troviamo pochette e handbag, variopinte dalle splendide figure dell’arte cinquecentesca, ma ritroviamo, ancora, cinture e scarpe presentanti intrecci, perfettamente realizzati.

fonte: www.vogue.com

Le scarpe con plateau innalzano i look di 8-10 centimetri, come è giusto che sia: questo dettaglio è un pretesto perché si vedano ancor più le splendide creazioni ai piedi delle modelle, riportanti, fiamme, tratti di pennello o composizioni filanti.

fonte: www.vogue.com

Nella sezione in stile africano, le scarpe hanno un plateau anche più interessante: è pietra quella che vedo?

fonte: www.vogue.com

Accessori micro

Bracciali, anelli al naso e alle labbra, hanno illuminato il viso e completato il look di molti modelli: grossi cerchi alle orecchie , collari d’oro e anelli al naso, sono il tocco esotico per presentare l’african stile.

fonte: www.vogue.com

Un tocco stellare è stato accostato, invece, alla sezione “storica”: doppi cerchi concentrici, con incisi i segni zodiacali, donano al gioiello il ruolo di protagonista dell’outfit, emergendo prepotentemente, nei modelli sfilanti.

fonte: www.vogue.com

 

Che dire di queste creazioni, se non che è sensazionale vedere tanti temi, cosi lontani l’uno dall’altro, sfilare armoniosamente, sulla passerella di Balmain; quindi cosa vogliamo per la nostra estate: un ritorno al passato, un tocco desertico o uno sguardo al nostro oroscopo? Perchè non provarli tutti!

 

fonte immagine: www.style-republik.com