Brufoli da sole o brufoli d’estate. Ebbene sì, i brufoli non sono tutti uguali ma ad ogni modo, sono sempre dei fastidiosi inestetismi della pelle che possono essere causati anche da una patologia. In questo caso si parla di brufoli da sole causati proprio dall’acne estiva. Ma cosa sono questi brufoli e come poter rimediare. Facciamo un po’ di chiarezza.

Brufoli da sole e acne estiva

fonte: https://donna.fanpage.it/

Prendere il sole fa sicuramente bene, ma attenzione però alla salvaguardia e alla prevenzione per la pelle del proprio viso soprattutto. Un tempo si diceva che chi soffriva di acne non poteva esporsi al sole o meglio era consigliato fare delle lampade solari proprio per trattare la patologia. Adesso invece sembra essere stato detto il contrario, ovvero che esporsi troppo ai raggi solari non fa bene alla pelle. Una esposizione al sole lunga e duratura e soprattutto senza alcun tipo di protezione può far sorgere diversi problemi ed anche in parecchie patologie come ad esempio l’acne estiva. Bisogna,  come in ogni cosa, fare un uso moderato del Sole e della luce solare. Si sa che questa fa bene al corpo perché Sprigiona la vitamina D che è molto importante per i processi Vitali del nostro organismo.

Acne estiva o Acne di Maiorca, cos’è

Inoltre, la luce solare migliora l’umore ma l‘eccessiva esposizione raggi può causare però l’acne estiva ovvero una sorta di eritema solare. Questa venne scoperta per la prima volta a Maiorca e per questo chiamata anche acne di Maiorca. A scoprirla fu un medico nel 1972 dopo uno sfogo cutaneo causato da una lunga esposizione al sole. In quel caso ci fu la comparsa di brufoli però più sul torace e sul viso nelle prime due ore dalla esposizione al sole. Questa sorta di brufoli causano un leggero prurito. Sicuramente è facilmente distinguibile dalle comune forme di acne, ovvero quella giovanile proprio per il colore ed anche per la forma delle pustole. Compare perlopiù alla fine della Primavera ovvero quando i raggi solari cominciano ad essere più caldi e ci si avvicina all’estate. Sicuramente poi l’arrivo della bella stagione non fa altro che peggiorare il problema.

Quale protezione usare

Chi ha una tendenza acneica deve sicuramente prestare una maggiore attenzione ai prodotti e ai solari da utilizzare. Il consiglio principale è scegliere dei prodotti che sono proprio destinati ad un tipo di pelle con tendenza acneica e quindi anche clinicamente e dermatologicamente testati. Sono ideali le creme leggere e non a bassa protezione.

I rimedi

Si possono utilizzare sicuramente delle creme antibatteriche mentre è sconsigliato l‘uso della classica pomata anti acne. La cosa migliore ad ogni modo è quella di rivolgersi a un dermatologo professionista in modo da avere la giusta terapia.

Prevenzione

In questi casi la prevenzione sicuramente è molto importante. La prima cosa è cercare di bere molta acqua e non esagerare con i vestiti aderenti. È necessario anche evitare di esporsi al sole nelle ore più calde e cercare di utilizzare quando possibile l’aria condizionata in modo da non sudare troppo.. Quando possibile rinfrescare la pelle con frequenza ed evitare delle creme e cosmetici oleosi.