Inizieremo da oggi a fare un excursus sulla moda del XX secolo.

Dato che le tendenze di oggi ripropongono alcune caratteristiche di questi anni, impareremo a riconoscerli e distinguerli.

Iniziamo con gli anni ’20: possono tornarvi alla mente gli abiti di Marion Cotillard in “Midnight in Paris” oppure l’atmosfera nel “Il grande Gatsby”.

Sono definiti gli “Anni ruggenti”, in quanto si hanno grandi rivoluzioni, che si riflettono sull’abbigliamento.

Emerge la figura della flapper, una forma di emancipazione femminile che si riflette in abiti leggeri, morbidi e capelli corti.

Nasce il jazz e il charleston, e le sale da ballo si riempiono di queste ballerine piene di vitalità.

Un salto nel tempo…

Il look diurno è caratterizzato da vestiti dalla linea scivolata, quindi morbida e che non aderisce al corpo, e cinture basse oppure camicette con scollo alla marinara insieme a un cardigan lungo e una gonna a pieghe lunghe fino al ginocchio(sempre con una cintura a vita bassa).

fonte: www.dedecouture.com

fonte: www.vogue.it

fonte: stylosophy.it

L’intramontabile abito Ford creato da Chanel nasce in questi anni: ed è per questo che ogni donna ha un abito nero nel suo armadio.

fonte: www.voilembm.altervista.org

Viene introdotta anche la chemise, una sottoveste corta in seta o raso e decorata con pizzi.

Di sera si va a ballare: le ragazze si presentano in abiti corti e sfrangiati, in tessuti sintetici e con zip.

I capelli sono tagliati molto corti: molto popolare è il bob.

Piume, perle e strass sono gli accessori più usati: vengono applicati dappertutto, sul capo, sulle gonne o sulle spalle.

fonte: www.10elol.it

Entra a far parte dell’outfit giornaliero i vestiti sportivi, in particolare, i vestiti da tennis.

Il capo viene decorato con fasce o copricapi minimal, mentre il trucco punta sulla bocca piccola e gli occhi bistrati.

fonte: www.pinterest.com

E per gli anni ’20, è tutto!

Vi piace questo stile? Gli stilisti si ispirano ancora oggi a questi capi, che sono intramontabili!

Lasciatevi ispirare dalla frenesia del charleston o dalla dolcezza del jazz…e divertitevi!

www.retroafrika.com

 

fonte immagine di copertina: www.screendaily.com