Quest’oggi vediamo nel dettaglio gli anni ’80. Come si vestivano? Come si truccavano? E i capelli?

Scopriamolo insieme!

In questi anni ci sono ancora venti di guerra, ma la società non si ferma: cade il muro di Berlino, la Nintendo lancia videogiochi come Super Mario, vengono pubblicati grandi classici come “Il nome della rosa” (di Umberto Eco) e “L’insostenibile leggerezza dell’essere” (di Milan Kundera), al cinema vengono proiettati “Scarface”, “Blues Brothers”, “La sirenetta”, “Star Wars”, “Ritorno al futuro”, “Shining”, “Batman”, “La storia infinita”, “Ghostbusters”

Per quanto riguarda la musica, è il momento di artisti come Whitney Houston, Michael Jackson, i Duran Duran, Madonna, Pink Floyd, i Metallica…

Sono gli anni dell’emancipazione e affermazione individuale: l’ottimismo americano si impossessa delle masse portandole a un costante inno alla libertà.

fonte: www.pinterest.it

Per capire il look, vi sarà utile tenere presente i videoclip di Madonna: infatti, tessuti come jeans, pelle, paillettes e fuseaux o collant colorati sono all’ordine del giorno.

Si introducono negli armadi guanti senza dita, leggins, scaldamuscoli, marsupi e calze a rete.

Gli accessori sono vistosi e colorati: comuni gli orecchini a neon, le maxi-cinture, gli scrunchies, i fiocchi per capelli o le collane di pelle.

Mentre da un lato si afferma lo stile punk (come negli anni ’70), con le sue borchie, pizzi, spille, cinghie, fibbie, catene e strappi vari, dall’altro il prêt à porter italiano offre prodotti di sartoria comodi e adatti alle esigenze delle proprie clienti in carriera.

Ad esempio, per le donne in carriera viene riproposto il tailleur, con spalline e taglie oversize, per risaltare la silhouette.

fonte: www.pinterest.it

Mentre in Italia si diffonde lo stile paninaro, quindi griffatissimo ed esclusivo, in America spopola lo stile preppy, quindi le divise delle università americane, fatte da gonne a quadri, polo, pantaloni chino, maglioncini a scollo a V, ballerine e tacchi bassi.

fonte: www.womoms.com

fonte: www.robadadonne.it

Lo sport influenza molto l’abbigliamento: il look athleisure indica una modalità di vestirsi composta da sneakers, polo, maglioncini e felpe; invece, l’aerobica propone tute super aderenti, body, collant, fuseaux colorati e scaldamuscoli.

Gli abbinamenti di colori sono molto eccentrici: giallo fluo, fucsia, blu elettrico o verde acido sono comuni.

fonte: www.amica.it

fonte: encuentroguionistas.com

Il trucco è molto appariscente: continua a essere utilizzato il blush, nasce la tecnica dei cat-eyes e la base è molto coprente.

Gli ombretti continuano ad avere colori sgargianti e vengono sfumati fino alle sopracciglia.

Le sopracciglia vengono lasciate incolte e sono pettinate con gel o sapone.

I capelli sono molto cotonati e sulla media lunghezza, altre preferiscono la permanente le meches bionde o i frisè. Nasce il taglio mullet.

fonte: www.pinterest.it

Bene, credo che non basterà mai un articolo per sintetizzare cosa è successo in questi anni!

Sperando vi sia piaciuto, vi aspetto con l’ultimo articolo sulla moda del XX secolo…gli anni ’90!

 

fonte immagine di copertina: www.theguardian.com