Il correttore è un prodotto che non può mancare nella trousse di una donna: comodo per nascondere imperfezioni, occhiaie e brufoletti, riesce a darci un tocco impeccabile.

Un piccolo difetto che può creare è l’effetto “rugoso”: spesso, sotto il calore del sole o della mascherina, può emergere uno spiacevole effetto ruga sulle palpebre.

In nostro aiuto arriva un’equipe di make-up artists: Suzy Gerstein, Min Min Ma e Robert Greene.

Seguiamo i loro consigli per utilizzare al meglio il nostro correttore!

  • Fissare il correttore con la cipria: metodo classico per fissare qualsiasi trucco per una lunga tenuta. Dopo aver applicato il correttore, stendete un velo di cipria, fatela fissare per un paio di minuti e poi con un pennello togliete l’eccesso di cipria che non si è fissato;
  • Applicare il correttore in modo strategico: non utilizzate troppo prodotto e stendetelo a partire dall’incavo interno dell’occhio per poi sfumarlo delicatamente verso la linea delle occhiaie che va verso l’esterno. La pelle della zona interno occhi, oltre a essere più scura, è più liscia, quindi è meno propensa a dare l’effetto ruga, rispetto alle palpebre inferiori che hanno pieghe;
  • Scegliere la formula migliore per voi: i correttori in polvere tendono a creare più facilmente delle grinze sulla pelle trattata, mentre i correttori in crema riescono ad adattarsi meglio;
  • Usare una crema idratante: preparate i vostri occhi con una crema idratante per gli occhi che doni la giusta idratazione, aspettate che il prodotto si assorba bene (2 minuti circa) e poi applicate il correttore. Se siete di fretta e non potete aspettare, assorbite l’eccesso di crema con un un fazzoletto a due veli, poi applicate il correttore;
  • Non arrivare alle ciglia inferiori: applicando il correttore sulla palpebra inferiore, non toccate la linea delle ciglia, perchè il prodotto tenderà a raggrumarsi e a grinzarsi;
  • Usare il calore: per stendere il correttore si possono usare pennellini o spugnette, ma non disdegnate le dita, anzi il dito anulare. Con il calore del dito, il correttore aderirà meglio alla pelle e l’anulare, che ha la pressione meccanica minore tra tutte le dita, vi aiuterà a picchiettarlo in modo leggero per un effetto naturale;
  • Il trucco del rossetto: come abbiamo imparato a rimuovere l’eccesso di rossetto facendo aderire alle labbra un fazzoletto a due veli, così possiamo agire per un eccessivo uso di correttore, con una carta assorbente, che assorbirà l’olio e lascerà la pigmentazione;
  • Correttore q.b.: applicate il prodotto poco alla volta, per stenderlo meglio e capire mano a mano il livello di coprenza che si desidera.

Speriamo che questi consigli vi siano stati utili!

Se siete curiose di scoprire altri trucchi del mestiere, visitate i nostri articoli!

 

fonte immagine di copertina: www.wingsbeat.shop