Che la frangetta sia tornata di moda e ormai risaputo. Ma come portarla nel modo giusto e come fare in modo che si adatti al proprio viso? Quando si dice “frangetta”, la prima immagine che appare nella mente è quella della classica frangia dritta e regolare… quella che si portava alle elementari, per intendersi!

Ebbene, non esiste un solo tipo di frangia, non esiste un solo modo di portarla e, soprattutto, ogni viso è diverso!

Per prima cosa cerchiamo di definire quali sono i tipi di frangia; i più comuni e distinguibili sono almeno sei:

  • Frangia dritta
  • Frangia laterale – ciuffo
  • Frangia “sfoltita”
  • Frangia divisa a metà
  • Frangia cortissima
  • Frangia ad arco

La frangia dritta viene tagliata con una linea netta al di sopra della sopracciglia; pro: sta molto bene con acconciature come la treccia singola e la coda di cavallo; contro: deve essere spuntata e sistemata molto spesso, trattandosi di una linea regolare!

Il ciuffo, o frangia laterale, ha molti aspetti positivi: è comodo, sta bene su ogni tipo di viso, non va tagliato troppo di frequente e consente di creare molti look Un solo aspetto negativo: se abbandonato a sé stesso, dà un aspetto disordinato.

La frangia “sfoltita” è una via di mezzo tra una frangia classica e un ciuffo: i capelli vengono tagliati in modo da non creare un effetto “barriera” ma piuttosto creando una sorta di “movimento” sulla fronte, senza appesantire la chioma.

Quella della frangia divisa a metà è una soluzione molto pratica, anche perché la frangia in questo modo può essere pettinata anche come ciuffo ed è una buona soluzione quando i capelli crescono e non si ha intenzione di spuntarli.

Quella cortissima, invece, è una variante che non a tutti piace e non a tutti sta bene ma è sicuramente d’effetto e consente di creare dei look molto particolari.

La frangia ad arco, infine, è una soluzione che può aiutare molto ad addolcire il viso e a contornarlo con i capelli anche quando si preferisce averli in una coda o in una treccia, creando una sorta di “finto taglio corto”.

Ed ecco spiegate le tipologie di frangetta, ma a chi sta veramente bene?

Può stare bene a chiunque ma, ovviamente, essendoci molti tipi di taglio e di forme del volto, vale la stessa regola del make-up: ad ognuno il suo!

Essenzialmente il trucco sta nel bilanciare le forme: se, per esempio, si ha un volto squadrato, è preferibile una frangia ad arco; se invece si ha un viso tondo, è meglio una frangia laterale o perlomeno divisa a metà!

Che sia una o l’altra, poco importa: questa è la moda del 2021!