Il grado di esposizione al sole, la produzione di melanina, la geografia e la genetica, determinano una grande varietà di sfumature della pelle, per cui la scelta di trucchi e prodotti cosmetici hanno un effetto altrettanto variabile, da persona a persona. 

Per la scelta dei rossetti , che più valorizzano il volto e che meglio si accostano alla nostra carnagione, ecco le sfumature più adatte ad un certo tipo di pelle.

Carnagione chiara

fonte: www.pinterest.it

Per chi ha una pelle molto luminosa e chiara, può utilizzare rossetti sul beige e il light-nude, ottenendo solo un effetto naturale e poco visibile, che sottolinea la forma delle labbra. Se invece serve evidenziare leggermente la bocca, sono perfette le sfumature rosate del sandy pink o del pesca. Per la sera un rosso accceso come il raspberry o di una sfumatura più aranciata, è in grado di illuminare il vostro viso, con lo stesso effetto che otteneva Marylin Monroe. 

Carnagione media

fonte: www.pinterest.it

Per un effetto nude, si consigliano rossetti di un marrone chiaro o di un rosa intenso ma non acceso. Se si ha un look più casual, optare per tonalità più fresche di rosa, come il pesca o il rosa medio. Per delle labbra più intense, possiamo giocare con tonalità accese dell’arancio, del fucsia e del rosso acceso. 

Carnagione olivastra

fonte: www.pinterest.it

Labbra nude per una pelle leggermente scura, si ottengono con rossetti color tortora, malva oppure con un marrone caldo. Mentre fucsia, albicocca e corallo, evidenziano di più la bocca, ma senza appesantire il volto. Per la sera le tonalità migliori sono il rosso sangue, il viola e le sfumature intermedie tra queste due. 

Carnagione scura

fonte: www.pinterest.it

Dal cioccolato al peachy brown, si hanno tutte sfumature neutre, mentre per una discreta colorazione della bocca, si puo applicare un rossetto più intenso, come il rosa scuro, il mirtillo e il vinaccio. Per la sera le labbra si colorano delle tonalità più scure (rosso intenso), anche tendenti al blu, come i rossetti blackberry.

 

fonte: www.pinterest.it

fonte immagine: www.pinterest.it