La pelle di una donna non è mai la stessa, infatti, le variazioni ormonali in relazione al ciclo mestruale, fanno si che la skincare più adatta a noi, non è uguale per tutti i giorni. 

Per esempio, un incremento degli ormoni estrogeni, provoca un aumento di elasticità della pelle, grazie alla stimolazione della sintesi di collagene, mentre un accrescimento dei livelli di progesterone, causa una maggiore produzione di sebo, quindi una pelle più grassa.

fonte: www.ostetricabologna.it

Vediamo dunque, come adeguare la nostra skincare ai diversi periodi del mese, in base alle fasi del ciclo mestruale.

Fase Mestruale (giorni 1°- 6°)

È la prima fase del ciclo e può durare dai 3 ai 6 giorni: consiste nell’espulsione dello strato più esterno dell’endometrio dell’utero, insieme all’ovocita preformato, ma non fecondato, del mese precedente. 

In questi giorni i livelli di progesterone calano a picco, e anche gli estrogeni sono bassi: la pelle è grassa ( e probabilmente con qualche imperfezione), perché nella settimana precedente, aveva una forte stimolazione da parte del progesterone, per cui secerneva molto sebo (vedi fase luteale più in basso). Inoltre, la scarsità di estrogeni è associata a una minor disponibilità di difese cutanee: la pelle sarà dunque più soggetta a disidratazione, irritazione e formazione di foruncoli.

fonte: www.pinterest.it

Per questi motivi, la skincare da adottare nella fase mestruale deve coinvolgere:

    • Crema Idratante: le creme a base di Aloe, Olio di Argan, Camomilla o Cerammidi, ricostituiscono la barriera epidermica, dopo lo stress ormonale avuto nella fase precedente
    • Carbone: maschere e saponi al carbone assorbono gli oli della pelle (sebo) e ripuliscono i pori, diminuendo le imperfezioni della pelle
    • Acido Salicilico: è un acido solubile in acqua che distrugge i detriti cutanei (pelle secca, cellule  che ostruiscono i pori, cute imperfetta) riducendo punti neri e imperfezioni. Inoltre, riduce il rossore del viso, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.

Fase Follicolare (giorni 7°- 14°)

È il periodo che passa tra le mestruazioni e l’ovulazione: in questi giorni si ha la maturazione di centinaia di ovociti nelle ovaie, fino all’espulsione, di uno solo di questi, nelle tube di Falloppio, il quale attenderà di essere fecondato, prima di dirigersi verso l’utero. 

Questa fase è caratterizzata da una progressiva crescita dei livelli di estrogeni nel sangue, che si traduce in un aumento della produzione di collagene e acido ialuronico, che rendono la pelle luminosa, tonica e idratata.

fonte: www.pinterest.it

È il momento giusto per i trattamenti e le maschere, di fatti, l’attività dell’estrogeno va sostenuta fornendo nutrienti come:

    • Vitamina C: supporta la sintesi di collagene, oltre a ridurre la depigmentazione della pelle e a renderla più luminosa
    • Zinco: una buona crema solare, contenente Zinco, è utile a proteggere la cute da una iperpigmentazione e dallo stress ossidativo, provocato dai raggi UV
    • Acidi Surfacing (AHA/BHA): un trattamento di peeling è perfetto per sostenere il rinnovo delle cellule del viso
    • Oli nutritivi: in questa fase la produzione di sebo è minima, per cui è il momento giusto per utilizzare oli di Argan e burro di Karatè
    • Retinolo: stimola la sintesi di fibre elastiche, riducendo le rughe del viso, inoltre attenua le macchie della pelle

Fase Luteinica (giorni 15°- 28°)

In questo periodo l’oocita, viene mantenuto in vita dal Corpo Luteo, una struttura che si sviluppa nell’ovaio e dura 14 giorni, se non c’è fecondazione, oppure 3 mesi, se l’ovocellula incontra uno spermatozoo, che inneschi la gravidanza.

In questo periodo i livelli di estrogeni scendono, in contrapposizione ad un aumento del progesterone, secreto dalle cellule luteiniche. Questo sbalzo ormonale è un duro colpo per la nostra pelle, che diventa oleosa e si arricchisce di imperfezioni sulle zone del mento e della mandibola.

fonte: www.pinterest.it

La skincare da adottare è senz’altro mirata a sgrassare la cute ed a proteggerla dallo stress ossidativo (che causa la comparsa dei brufoli), per cui comprenderà l’uso di:

    • Detergenti: pulire il volto, con un sapone specifico per pelli grasse o dell’acqua micellare, è il primo passo per rimuovere il sebo in eccesso e ridurre i microbi della cute
    • Argilla: le maschere detox con l’argilla sono perfette per purificare la pelle ed esfoliarla, inoltre le loro proprietà detossinanti riducono brufoli, acne e punti neri

La nostra pelle è preziosa e soggetta a molti stress (ormonali, fisici, chimici…) e deve essere curata con ciò di cui ha esigenza giorno per giorno. Non è necessario utilizzare tutti i prodotti sopra citati, poiché ogni pelle ha le sue necessità e il fabbisogno di oli, creme e nutrienti varia da persona a persona, bisogna solo dedicargli la giusta attenzione.

 

Se hai dubbi sul tipo di prodotti da adottare per la tua skincare routine, consulta pure i seguenti articoli:

 

fonte immagine: www.pinterest.it