Sentiamo spesso parlare di make-up bio, ma cosa vuol dire realmente?

Per make-up bio solitamente si intende quel tipo di make-up che, in qualche modo, salvaguarda l’ambiente ed è meno nocivo per la salute di chi lo utilizza rispetto a quello “tradizionale”.

Vanno però fatte alcune distinzioni: per esempio, esistono cosmetici vegani e cosmetici prodotti principalmente con materie prime di origine naturale (e quindi senza siliconi. parabeni, conservanti o altri agenti artificiali). Esiste, poi, il trucco biologico – così definito perché realizzato con materie prime che rispettano dei precisi standard qualitativi, soprattutto per quanto riguarda la fase di produzione come materia prima, per poi essere lavorati con altrettanta attenzione per l’ambiente.

Fortunatamente quello del trucco biologico sembra essere un trend in forte crescita. Infatti sempre più donne nel mondo scelgono per la propria quotidianità un trucco che rispetti sé stesse e l’ambient.

Questa scelta viene supportata da molte aziende produttrici che si stanno in qualche modo convertendo al biologico.

Il meglio del make up bio

Come accennato in precedenza, esistono svariati prodotti che rientrano nella categoria della cosmesi biologica, sia che si tratti di prodotti per il viso, per il corpo o per i capelli, e sia che si tratti di trucco vero e proprio. Ciò che è bene considerare nel momento in cui si sceglie un prodotto di questo tipo sono sicuramente la sua provenienza e la sua composizione, in quanto è preferibile scegliere prodotti che riportino marchi verificati, che attestino certificazioni di provenienza, di composizione e così via.

 

I prodotti che sembrano soddisfare maggiormente le donne in questo periodo, per quanto riguarda il make-up bio, sembrano essere quelli a base di estratti naturali come per esempio l’aloe vera, la pianta del tè, la rosa canina, la curcuma e altri estratti di piante o fiori;  oppure prodotti e trucchi a base di oli essenziali, come per esempio quello di lavanda, che ha moltissime proprietà benefiche. 

Un consiglio valido nella scelta della cosmesi biologica è quello di preferire marchi “Made in Italy” perché i loro prodotti vengono realizzati con materie prime molto valide, di cui il nostro Paese è assolutamente ricco ed inoltre, così facendo, si supportano le aziende locali.

Alcune di queste, negli ultimi anni, hanno anche messo sul mercato prodotti “ricaricabili”, di cui si comprano le confezioni la prima volta per poi riempire con il refill – in questo modo si abbattono notevolmente i costi e gli sprechi.

Ciò che non dovrebbe mai mancare in un beauty-case “bio”:

  • una crema idratante a base di aloe vera
  • un fondotinta biologico
  • un prodotto occhi a scelta tra matite, eyeliner, ombretti, ecc
  • un prodotto labbra: rossetto, balsamo o altro

Contrariamente a quanto si possa pensare, i prodotti biologici non sono sempre proibitivi dal punto di vista economico, anzi! Ne esistono di tutte le fasce di prezzo, di diversa qualità e purezza: il consiglio migliore rimane quello di provare (senza sprecare!) fino a trovare ciò che fa al caso nostro. Ogni viso è differente e richiede prodotti diversi!