A volte, l’arte del truccarsi può sembrare difficile e confusionaria: una delle perplessità più ricorrenti riguarda l’uso dei pennelli. La cosmesi fornisce tanti strumenti di tipologia diversa, con utilizzi svariati: le setole di un pennello, a seconda di come sono disposte, della morbidezza o della lunghezza che hanno, sono specifiche per l’utilizzo di diversi prodotti.

fonte: www.vanityfair.it

Ecco di seguito una guida, per capire di che pennelli necessitiamo, in base al prodotto da applicare sul trucco.

Pennello Base

fonte: www.pennellitrucco.com

Serve per spalmare il fondotinta in crema: la disposizione delle setole è tale, da fissare il prodotto in maniera uniforme, senza lasciare strisce evidenti sul volto. Inoltre, lo si può utilizzare anche per applicare il blush (sempre dalla consistenza cremosa).

Pennello Kabuki

fonte: www.kikocosmetics.com

È tra i pennelli più grandi che possiamo trovare in commercio, molto morbido e dalle setole lunghe. Viene utilizzato per il fondotinta in polvere e per il bronzer, utile al contouring del viso.

Beauty Blender

fonte: www.casahome.it

E’ una spugnetta, non un pennello, ma molto utilizzata grazie alla sua forma particolare, che permette una distribuzione omogenea del fondotinta liquido e cremoso, su tutto il viso, anche negli angoli più difficili (nell’interno occhio, per esempio).

Pennello Cipria

fonte: www.ilmasqua.it

È un pennello dalle piccole dimensioni, ottimo per essere usato con prodotti “polverosi”, come la cipria e l’illuminante.

Pennello Blush

fonte: www.nuvoleblu.com

Ha una disposizione delle setole particolare: stretta e obliqua, funzionale per una applicazione precisa della terra (blush in polvere), nei trucchi onde si voglia scolpire i lineamenti del viso.

Pennello a Ventaglio

fonte: www.aprice.it

Come dal nome, le setole vengono disposte a ventaglio, con lo scopo di rimuovere gli eccessi di trucco dal viso. In alcuni casi, può servire per definire il contouring, a livello degli zigomi e del naso.

Pennello da Sfumatura

fonte: www.beautypills.it

È uno strumento piccolo, dalle setole strette e corte: serve a sfumare la matita alla base dell’occhio. Può essere utilizzato anche per spalmare il colore, nella porzione laterale dell’occhio, allungandolo e creando una sorta di effetto eyeliner.

Pennello a Mezzaluna

fonte: www.giordanonelmondo.com

Uno strumento immancabile, per tingere le palpebre di colore: la sua struttura a goccia, permette di spalmare l’ombretto senza sbavature o macchie equivoche.

Pennello Sfumino

fonte: www.korahtools.com

È un pennello dalle setole libere, non compattate, ma corte: serve per sfumare, in maniera leggera, l’ombretto sulle palpebre, nella porzione di pelle che si avvicina di più alle sopracciglia.

Pennello per sopracciglia

fonte: www.wyconcosmetics.com

È un pennello molto versatile, date le setole posizionate in maniera stretta e obliqua: può dunque essere usato per disegnare le sopracciglia e l’eyeliner, in maniera precisa. Inoltre è utile nel caso si voglia perfezionare il trucco delle ciglia, liberandole dagli eccessi di mascara.

Pennello da Imperfezioni

fonte: www.iglotitaly.com

È un must nella pochette di una donna: grazie alla sua forma stretta e compatta, permette di correggere le imperfezioni con minuziosa precisione. Essendo cosi sottile, può anche essere utilizzato per definire il contorno labbra e per applicare l’illuminante, nella parte interna dell’occhio.

 

Esistono tante varianti di pennelli utilizzabili, ma questi sono quelli che più possono servire a realizzare un trucco ben fatto. Non tutti sono pratici, nell’arte del trucco, ma l’uso dei pennelli più semplificare l’applicazione del make-up e ridurre il tempo di fronte allo specchio, evitando che la pratica del maquillage diventi un peso per la nostra giornata.

 

fonte immagine: www.spinkup.it