I pennelli trucco sono molto importanti e non dovrebbero mai mancare dal beauty di una donna. Questi accessori sono davvero degli alleai per chi vuole un make up che sia quanto più perfetto e che possa durare più a lungo possibile. Ovviamente, per far si che tutto ciò possa avvenire, è importante scegliere il pennello giusto e ovviamente saperlo utilizzare. In commercio esistono davvero tantissimi tipi di pennelli, ciascuno con le proprie particolarità e con le proprie caratteristiche. Vediamo di capire quali acquistare e perché utilizzarli.

Pennelli trucco, perché non devono mancare nel beauty di una donna

Lo abbiamo già detto, si tratta di accessori molto importanti che permettono di ottenere un make up perfetto e soprattutto più duraturo. I pennelli, permettono ad esempio di sfumare al massimo i prodotti, in modo tale da ottenere dei risultati precisi e ben definiti. Non è di certo la stessa cosa che utilizzare il polpastrello della mano. Ma non finisce qui, visto che i pennelli sono anche igienici e sicuri, ovviamente se vengono lavati in modo corretto, dopo il loro utilizzo. Ma come scegliere quelli più adatti alle nostre esigenze?

Tutti i tipi di pennelli

Come anticipato, in commercio esistono davvero un’infinità di pennelli, ciascuno con le proprie caratteristiche e peculiarità. Scopriamo i più importanti ed i più comuni che non devono mancare dal nostro beauty.

1 Pennelli trucco fondotinta

Fonte: Vanity Fair

Di questo tipo ne esistono davvero tanti. C’è ad esempio quello a lingua di gatto, il kabuki ed il buffer. Il primo sembra essere perfetto per ci vuole applicare il prodotto completamente su tutto il viso e con la massima precisione. Con questo tipo di pennello, si possono spalmare qualsiasi tipo di fondotinta, dai più liquidi ai più cremosi. Il buffer invece, viene per lo più consigliato per i fondotinta cremosi e fluidi e permette di avere una copertura leggera o media.

2 Pennelli per blush, contouring e illuminanti

E’ consigliato l’utilizzo del pennello angolato di media dimensione, per applicare il blush sulle guance. Questo potrebbe essere anche ideale per il contouring. Ad ogni modo, potrete anche scegliere un pennello piatto ed arrotondato. Per applicare l’illuminante, si può tranquillamente scegliere un pennello a forma di ventaglio, mentre per il correttore è preferibile quello a lingua di gatto piccolo. Questo permette infatti di andare più nel dettaglio. Per la cipria, invece, sarebbe il caso di scegliere un pennello con fibre lunghe o molto morbide, in modo da poter tamponare il prodotto sulle guance ed anche sulla zona T.

4 Pennello trucco occhi

Fonte: Youtube

Sia che l’ombretto sia in crema o in polvere, è consigliabile utilizzare un pennello sottile a lingua di gatto. Per le sfumature, poi, si può optare per uno con setole lunghe e morbide, oltre che leggermente a punta. Se volete andare nel dettaglio, poi, dovrete munirvi di un pennello a punta allungata o dalla forma angolare, come quello per eyeliner. Questo risulta anche ideale per truccare le sopracciglia.

5 Pennelli trucco per le labbra

E’ facile intuire che in questo caso, il pennello da utilizzare, deve essere di grande precisione e dunque a lingua di gatto con la punta smussata. Si può anche scegliere di utilizzare un pennello con delle setole compatte e piatte.