Al giorno d’oggi le piastre per i capelli sono considerate dalle donne un accessorio che sicuramente non può proprio mancare. Grazie a questo accessorio è facile poter sfoggiare infatti una chioma davvero impeccabile. In questo modo è possibile evitare di ricorrere al parrucchiere con frequenza, soprattutto se Si è in possesso di una piastra professionale e soprattutto nel caso in cui si sappia utilizzare bene. In commercio esistono diversi tipi di piangere alcune molto professionali, altre un po’ meno. Per questo motivo qui di seguito vi daremo alcuni utili consigli per scegliere una piastra che possa essere sicuramente adatta al vostro tipo di capello.

Piastre per capelli quali scegliere

fonte: https://www.beautydiary.it/

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, in commercio esistono tanti tipi di piastre dalle più un normali, alle piastre liscianti a quelle che permettono di creare delle pettinature mosse e ondulate. Quindi, qui di seguito vi daremo utili consigli per acquistare una piastra per capelli che possa meglio rispondere alle vostre esigenze ed a quelle dei vostri capelli.

I tipi di piastre in commercio

Piastra in ceramica, è quella maggiormente richiesta e anche la più diffusa perché non va ad aggredire il capello e va a distribuire con Maggiore uniformità il calore.
Piastra a vapore, permette di non far disidratare il capello e limita anche di insorgenza delle doppie punte, agendo sul capello in modo delicato e non invasivo.
Piastra con ioni o Tormalina, non va a rovinare i capelli e li idrata e li ammorbidisce.

Quali scegliere in base al proprio tipo di capello

Sicuramente le piastre non sono tutte uguali, ma vanno adeguate anche al proprio tipo di capello. Di conseguenza chi ha i capelli mossi e lunghi dovrà scegliere delle piastre larghe e lunghe. Chi ha i capelli corti dovrà optare per dei modelli stretti e compatti. Se avete invece dei capelli molto ricci optate per una piastra che sia in ceramica oppure con gli ioni e tenete la temperatura ad un livello molto alto. Per quanto riguarda l’intensità ed anche il calore, cercate di mantenere una temperatura che va dai 210 ai 330 gradi centigradi, se avete i capelli spessi o Ricci. Se i capelli sono invece ondulati mantenetelo sui 200 gradi cc. Se avete i capelli normali o Tinti rimanete Sui 150 grammi e se sono sensibili oppure scoloriti scendete anche sui 120-130 gradi.

Come usare la piastra per capelli e non rovinarli

Il Primo consiglio che vi diamo è di utilizzare le piastre sui capelli asciutti Perché nel caso in cui questi siano un po’ bagnati potreste bruciarli. Evitate di trascorrere troppo tempo con la piastra puntata sulla stessa zona altrimenti rischierete di indebolire il capello. Prima ancora di passare la piastra, cercate di utilizzare una lozione o anche un olio che possa andare a proteggere il capello dal calore.