Si è tenuta il 27 marzo 2022 la 94° edizione dei premi Oscar presso il Dolby Theatre (Los Angeles): le spumeggianti Regina Hall, Amy Schumer e Wanda Sykes hanno condotto la serata.

Una serata impegnativa

Mentre si pensava che Il potere del cane di Jane Campion sarebbe stato il favorito (12 candidature), in effetti chi ha incassato più statuette è stato Dune di Denis Villeneuve (6 statuette su 10 candidature). Il premio per miglior film è stato assegnato a I segni del cuore (Sian Heder), una commedia che narra le vicissitudini di una ragazza, figlia di genitori non udenti, che lotta tra le difficoltà economiche della famiglia e il suo dono canoro emergente. Anche altre produzioni cinematografiche, come la serie Marvel Hawkeye e il film Sound of Metal, hanno sensibilizzato molto il pubblico, promuovendo un generale interesse, soprattutto nei giovani, per la lingua dei segni.

Un altro tema delicato che è stato affrontato durante gli Oscar è stato il suicidio, portavoce di un messaggio pieno di speranza e incoraggiamento è stata la splendida Jessica Chastain, vincitrice Oscar come miglior attrice protagonista in Gli occhi di Tammy Faye.

fonte: www.vanityfair.com

La miglior regia e miglior sceneggiatura sono state assegnate rispettivamente a Jane Campion, per Il potere del cane e a Kenneth Branagh (Belfast) e Sian Heder (I segni del cuore).

Il successone riscosso dal cartone animato Encanto è stato giustamente riconosciuto dalla giuria che ha consegnato la statuetta per il miglior film di animazione, battendo Luca e Raya e l’ultimo drago.

Un Oscar con doppie candeline

Durante la serata sono stati festeggiati anche due importanti anniversari: i 50 anni dall’uscita nelle sale de Il Padrino e i 60 anni della serie cinematografica James Bond. L’ultimo film uscito, No Time to Die, ha vinto il premio come miglior canzone originale, grazie alla partecipazione di Billie Eilish e Finneas O’Connell.

Inoltre, sono stati assegnati tre statuette alla carriera a Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann. Questi premi vengono assegnati dal Consiglio d’Amministrazione dell’Academy, contrariamente alle altre premiazioni che vengono scelte da tutti i membri dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

fonte: www.mediaite.com

Un tasto dolente…

Vi sono stati due fatti che hanno amareggiato un po’ la serata. Il premio Oscar per miglior attore protagonista Will Smith (Una famiglia vincente- King Richard) ha avuto un momento di tensione con il comico Chris Rock, il quale durante il suo monologo ha suggerito un paragone, assolutamente non gradito, tra la moglie dell’attore e la protagonista del film Soldato Jane . L’attore si è alzato dal posto e ha colpito in volto il comico: la reazione è dovuta al fatto che Jada Pinkett soffre da qualche tempo di alopecia, che l’ha costretta a rasarsi e che naturalmente sta vivendo con forza, ma anche con molto dolore.

fonte: www.cbssports.com

Per l’Italia non sembra essere una stagione fortunata: infatti, dopo l’esclusione della Nazionale dai Mondiali di Qatar, anche il film E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino è stato escluso dalla premiazione per miglior film internazionale, vinto dal giapponese Drive my car. Niente da fare anche per il film Luca, schiacciato da Encanto, e Cyrano, soppiantato da Cruella per migliori costumi

…ma canta che ti passa!

E mentre la stampa e la critica si occuperanno di discutere e commentare le premiazioni, noi chiudiamo in bellezza dando uno sguardo agli outfit di alcune tra le stelle più amate: la serata si è aperta con una spettacolare performance firmata Beyoncè, che ha cantato Be Alive in tema verde acido, insieme a tutta la sua crew.

I giovanissimi e amatissimi Zendaya e Timothee Chalamet si sono presentati rispettivamente in completo Valentino e Louis Vuitton. Zendaya colpisce ancora riesumando l’outfit rivoluzionario di Sharon Stone degli Oscar 1998, dove appunto indossò una camicia maschile associata a un’avvolgente gonna perlacea in satin.

La simpaticissima Maya Rudolph si è presentata in uno sgargiante vestito arancione firmato Valentino collezione PreFall 2022.

Zoë Kravitz, acclamata per il suo ruolo di Catwoman in The Batman, si presenta in un abito rosa Saint Laurent.

Billie Eilish stupisce ancora con un cambio di capelli abbinati a un completo nero firmato Gucci.

Semplice ed elegantissima Uma Thurman, che ha abbinato alla linea Bottega Veneta gioielli di Cartier.

Lupita Nyong’o ha sfoggiato un Prada dorato rifinito e assolutamente iconico.

fonte: www.vogue.com

E voi, quale outfit indossereste?

fonte immagine di copertina: www.orgoglionerd.it