Ricostruzione capelli, ecco i migliori trattamenti professionali e casalinghi da provare assolutamente. Quando i capelli risultano sfibrati, secchi e anche poco luminosi, il trattamento giusto da fare è sicuramente uno, ovvero nutrirli. Il trattamento per eccellenza è sicuramente la ricostruzione, che va fatta in casa oppure in salone. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Ricostruzione capelli, che cos’è

Quando i capelli sono danneggiati, sfibrati o secchi per via anche di un utilizzo smodato di piastre, phon e Ferri arricciacapelli o trattamenti come decolorazioni e altri aggressivi, la migliore cura è sicuramente la ricostruzione dei capelli. Con questa tecnica si va a nutrire a fondo la chioma, andando ora a rimpolpare ottenendo così la ricostruzione capelli. Si può effettuare in uno dei tanti saloni presenti sul territorio oppure anche a casa, acquistando degli appositi Kit.

I prodotti che vengono utilizzati per la ricostruzione hanno in genere su una base di Cheratina, di acido ialuronico, collagene e peptidi ed hanno la possibilità di andare a ricostruire le fibre del capello e del cuoio capelluto. Esistono diverse tipologie di trattamento, e vanno da quelle più leggere a quelle più forti che in genere però vengono effettuate da un professionista. Per quanto riguarda invece il prezzo questo varia da un minimo di 25 fino ad un massimo di €50 a seduta.

Ogni quanto tempo si fa

Nel momento in cui il capello appare piuttosto sfibrato e debole, la ricostruzione si può effettuare nel salone anche una volta al mese per renderlo sicuramente più spesso e anche più luminoso. Il trattamento che viene effettuato da un professionista in genere è quello più benefico ed anche più nutriente. Come abbiamo già avuto modo di vedere però, si possono acquistare dei kit e ricostituenti e utilizzarli a casa anche per prolungare l’effetto del trattamento fatto in salone.

I tipi di ricostruzione

fonte: https://www.spinkup.it/

In commercio esistono diversi tipi di ricostruzione dei capelli. Esistono quelli che vanno a ricostruire i capelli in profondità e quelli che invece lavorano soltanto a livello superficiale. I primi vanno a rigenerare la fibra cellulare mentre quelli superficiali in genere lavorano sulla struttura superficiale del capello andando a riparare soltanto la parte più visibile. Potremmo dire che in questo caso l’effetto è meno duraturo e va via soltanto dopo pochi lavaggi.

Ricostruzione capelli alla cheratina

È questo il tipo di ricostruzione più diffusa e anche più apprezzata per i risultati che sono sicuramente duraturi e tangibili. Si effettua utilizzando una proteina che va a ricostruire la struttura del capello, rendendola più flessibile e anche più robusta.

Ricostruzione al collagene

Questa è indicata in caso di trattamenti aggressivi come permanenti o decolorazione. Va a nutrire i capelli sfibrati e rendere la chioma più forte più piena e lucente.

Ricostruzione all’acido ialuronico

Questa va a nutrire e idratare a fondo il capello, andando nel contempo a contrastare la secchezza e l’ inaridimento.