Scadenza dei cosmetici, ecco tutto quello che devi sapere. Un qualsiasi tipo di cosmetico ha una etichetta frontale e una invece che si trova sul retro. La prima sostanzialmente serve per farci conoscere il prodotto e far sì che possiamo innamorarsene. Nell’etichetta frontale infatti vengono generalmente inserite le note tecniche del marketing e della pubblicità che mettono in risalto le funzioni ed anche le proprietà del cosmetico in questione. In realtà però quello che ci interesserebbe sapere di più è cosa c’è scritto sull’etichetta sul retro che le persone al giorno d’oggi non leggono affatto. In realtà solo sull’ etichetta posteriore vengono scritte tutte le informazioni prescritte dalla legge. Per questo motivo, in questi anni si è diffuso un movimento chiamato Clean & Beauty, nato al fine di favorire la diffusione di un consumo cosmetico che sia più consapevole e soprattutto informato. Ad esempio, sapete che i cosmetici scadono?

Scadenza dei cosmetici, attenzione a cosa c’è scritto sulle etichette

fonte: https://www.dmbeauty.it/

Ebbene sì, i cosmetici scadono e proprio per questo motivo bisognerebbe innanzitutto leggere le etichette sia quelle davanti che quelle poste sul retro. Inoltre sarebbe anche importante imparare ad interpretare i simboli che sono riportati sulle etichette e che indicano il paese di produzione, la capacità, le precauzioni e anche la durata di conservazione. Riguardo quest’ultimo dato ci sarebbero sull’ etichetta anche altre due impedì informazioni ovvero la data di scadenza ed il Pao. Queste sono due informazioni totalmente differenti tra di loro.

Data di scadenza di un prodotto make up

Il regolamento dell’Unione Europea prevede quindi che sulla confezione dei paesi  venga indicata la data di scadenza di un cosmetico soltanto se questo è inferiore ai 30 mesi dalla data di produzione. In questo caso, quindi ci sarà un simbolo della clessidra e verrà indicata la data di scadenza. Allo stesso modo, la data di scadenza deve essere riferita al prodotto conservato correttamente. Il cosmetico quindi va a preservare la sua struttura originaria che non viene alterata dal passare del tempo. Va ricordato quindi che i cosmetici scadono ma ovviamente la data non è tassativa, nel senso che è possibile utilizzare il prodotto anche a distanza di qualche settimana.

Pao: Period after opening

Il Pao invece è una acronimo che si differenzia dalla data di scadenza. I cosmetici hanno una data di scadenza ma è pur vero che dopo l’apertura il periodo scende ancora di pochi mesi proprio per il fatto che il prodotto viene a contatto quindi con l’esterno. In questo caso il Pao va ad indicare la conservazione di un prodotto dopo l’apertura e viene indicato per tutti quei prodotti quindi che si conservano per oltre 30 mesi dalla data di produzione. Nelle etichette Il Pao è riconosciuto con un simbolo, ovvero la lettera M.

Cosa fare quanto i cosmetici scadono

Bisogna quindi sicuramente prestare attenzione a questo dato, quando si utilizzano i cosmetici dopo la data di scadenza riportata proprio sull’etichetta. Ovviamente, bisognerà anche notare se all’interno del prodotto ci sono variazioni di consistenza come la formazione di grumi, oppure un odore di acidità o segnali che possono farti capire che il prodotto non è più buono. Ad ogni modo, se il prodotto è scaduto da diverso tempo sarebbe importante non utilizzarlo per evitare anche alcune reazioni epidermiche.