I tatuaggi sono ormai molto diffusi ma pochi sanno prendersene cura davvero!

Le teorie sono tante: c’è chi dice di fasciare, chi di mettere la carta velina, chi di usare la crema e chi la vaselina, chi dice di non lavarsi e chi dice di farlo. Ma quindi: come fare veramente?

Le cose più importanti da tenere a mente sono:

  • mantenere la zona tatuata pulita
  • idratare la pelle
  • evitare l’esposizione al sole
  • evitare di strofinare o grattare la pelle tatuata

Per quanto riguarda l’igiene, è consigliabile utilizzare sapone neutro antibatterico e acqua tiepida, ogni qualvolta ce ne sia la necessità. Rimuovere la fasciatura o la pellicola solo una volta trascorso il tempo indicato dal tatuatore, dopodiché iniziare con la routine di mantenimento e cura del tatuaggio.

Soprattutto finché il tatuaggio non si è cicatrizzato, è consigliabile utilizzare un sapone antibatterico con acqua tiepida e sciacquare delicatamente, senza usare spugne o asciugamani. Lasciarlo piuttosto asciugare all’aria o tamponarlo con una salvietta pulita.

Questo è molto importante perché gli asciugamani in spugna potrebbero lasciare dei piccoli “pelucchi” e irritare la pelle appena tatuata.

Successivamente è consigliabile applicare una crema antibatterica specifica: ne esistono di molti tipi e solitamente sono senza profumi per evitare di irritare il tatuaggio.

Esistono anche delle pomate apposta per la cura dei tatuaggi che hanno la funzione di mantenere vivo il colore!

Prendersi cura dei tatuaggi: guarigione

Durante il periodo di guarigione del tatuaggio (2-6 settimane), è fondamentale mantenerlo pulito e idratato, applicando la crema più volte al giorno ma senza esagerare con la quantità.

Indossare sempre abiti puliti per non irritare il tatuaggio, meglio ancora se di cotone bianco. Soprattutto nei primi giorni dopo la realizzazione del tatuaggio, è probabile che questo si attacchi ai vestiti: in questo caso è fondamentale non cercare di strapparli, ma bagnarlo con acqua tiepida e rimuovere i vestiti delicatamente.

Un altro consiglio molto valido è quello di “tenere sotto controllo” la sudorazione o, quantomeno, evitare di sudare eccessivamente durante i giorni successivi alla seduta dal tatuatore. Sarà opportuno evitare l’esercizio fisico intenso per qualche giorno.

Infine, evitare di:

  • immergere il tatuaggio in acqua (mare, piscina…)
  • esporre il tatuaggio ai raggi diretti del sole
  • usare prodotti e cosmetici quali creme, profumi, abbronzanti, ecc

Dopo la guarigione

Una volta che il tatuaggio è guarito, bisognerà mantenerlo “in salute”: per questo è molto utile continuare ad idratare la pelle con creme idratanti per il corpo o specifiche per i tatuaggi, poiché a periodi alterni la pelle potrebbe apparire più secca dove è tatuata. Utilizzare eventualmente una crema protettiva del colore per mantenerlo vivo!